LA VOCE ARANCIONE. Il Blog di Matteo Cazzulani

UCRAINA: JULIJA TYMOSHENKO INNOCENTE ANCHE PER IL GIAPPONE

Posted in Ukraina by matteocazzulani on January 6, 2011

Tokyo conferma il corretto utilizzo dei fondi per l’abbattimento di CO2. La Corte obbliga la Leader dell’Opposizione Democratica alla convocazione giornaliera. Sostegno dall’Europa

La leader dell'Opposizione Democratica, Julija Tymoshenko, all'ingresso della Procura

Tutti i giorni, dalle 9 alle 18. Pausa pranzo, come d’abitudine, non assucurata. Questa è la decisione scaturita dall’interogatorio in Procura di mercoledì, 5 Gennaio, ai danni della Leader dell’Opposizione Democratica, Julija Tymoshenko.

L’anima della Rivoluzione Arancione dovrà visionare 17 faldoni contenenti i capi d’accusa a suo carico.

“Dinnanzi a ben 18 giudici — ha illustrato, all’uscita dall’interrogatorio — pagati con le tasse degli ucraini. Denaro che andrebbe utilizzato nella lotta contro la vera corruzione”.

A confermare la posizione dell’ex Primo Ministro, le Autorità giapponesi. Le quali, con una propria indagine, hanno verificato l’effettivo utilizzo dei 319, 9 Milioni di Euro erogati all’Ucraina, per l’abbattimento delle emisioni di CO2, come previsto dal Protollo di Kyoto. E non alle uscite sociali, come denunciato dal Presidente, Viktor Janukovych, e dal Premier, Mykola Azarov.

Una prova che deve avere infastidito la Commissione d’Inchiesta, già di pessimo umore all’inizio della seduta. Come riportato da Julija Tymoshenko, i Giudici avrebbero protestato per la sua presenza presso la Corte d’Appello in solidarietà all’ex-Ministro degli Interni, Jurij Lucenko. L’ennesima personalità di spicco dell’entourage della Leader dell’Opposizione Democratica, arrestata per motivi politici.

Ripicca per tale comportamento, il divieto per Julija Tymoshenko di avvalersi dei suoi consiglieri durante gli interrogatori.

La vicinanza di PPE, UE e Voce Arancione

Il primo ministro ungherese, Viktor Orban

Ripercussioni potrebbe avere anche la richiesta del permesso di recarsi a Bruxelles, che la Leader dell’Opposizione Democratica è intenzionata ad esporre, per partecipare al vertice del Partito Popolare Europeo, a cui è stata invitata.

Accusata di uso dei fondi per Kyoto al il pagamento delle pensioni, peraltro in un momento di crisi, e di acquisto irregolare di 27 ambulanze, Julija Tymoshenko è stata privata del Diritto d’espatrio. E costretta, ogni giorno, alla firma in Procura.

Ad esprimere vicinanza ed auguri di Buon Natale — che in Ucraina si festeggia il 7 gennaio — all’anima della Rivoluzione Arancione, il Primo Ministro ungherese, Viktor Orban, Presidente di turno dell’Unione Europea, a nome della quale ha espresso solidarietà.

A tale auguriosi unisce la Voce Arancione. Determinata, con coerenza ed onestà intellettuale, a rendere nota in Occidente la repressione ai danni dell’Opposizione Democratica. In particolare, della sua carismatica Leader.

Unica a lottare, sempre, senza scendere a patti, Memorandum ed Universali, per un’Ucraina giusta, democratica, Indipendente ed europea.

Matteo Cazzulani