LA VOCE ARANCIONE. Il Blog di Matteo Cazzulani

CI LASCIA STEVE JOBS: PIONIERE DELLA LIBERA COMUNICAZIONE

Posted in Editoriale by matteocazzulani on October 6, 2011

Si e spento a 56 anni il Leader della Apple: azienda produttrice di Macintosh, Ipod, Ipad, ed Iphone. Il ricordo di concorrenti, politici, e singoli utenti legati ai prodotti della Mela Bianca

Il Leader della Apple, Steve Jobs

Ci sono persone che non si conoscono direttamente, ma che riescono a cambiarti il modo di essere, ragionare, pensare, e lavorare. In questa ultima categoria non si puo non ascrivere Steve Jobs, co-fondatore e Leader della Apple: azienda americana nota in tutto il Mondo per i suoi prodotti, tra i piu in voga nel mercato dell’elettronica.

Tra essi, dal colorato Ipod per ascoltare musica durante il jogging mattutino, all’Ipad per comunicare con chiunque in qualunque parte del Mondo, senza dimenticarsi dell’Iphone: di notevole importanza sopratutto per Il Legno Storto e La Voce Arancione, su cui buona parte dei  post e pubblicata, proprio attraverso il telefonino dalla Grande Mela.

Un tumore ha spento un genio delle nuove tecnologie, strappandolo alla moglie e ai quattro figli, ma non alla memoria ed alla gratitudine mondiale. Non e un caso se in Patria, negli USA, le prime espressioni di cordoglio sono arrivate proprio da Bill Gates: il magnate della Microsoft, principale concorrente di quei computer Mac tanto disprezzati quanto, alla fine dei conti, ambiti dai piu, e – una volta provati – grazie alla loro comodita ed utilita, inseparabili compagni di viaggio, studio, e professione.

A quelle di Gates, sono seguite le dichiarazioni del Presidente, Barack Obama, noto aficionado del Blackberry: altro concorrente, sopratutto nel campo della telefonia, della Mela Bianca che, secondo le principali rilevazioni, seppur con prodotti di buona qualita, non e riuscito a vincere la concorrenza dell’azienda di Jobs nel mercato mondiale.

Il ricordo de Il Legno Storto e della Voce Arancione

Nel piccolo delle nostre pagine, il ricordo a Steve Jobs e tanto sentito quanto opportuno. Senza le sue innovazioni, non avremmo potuto raccontare – e mostrare – capitoli di storia e politica trascurati dai media del BelPaese, altresi interessati ad altre tematiche – spesso, documentate sempre attraverso mezzi Apple.

Con la sua scomparsa, resta un patrimonio dalle notevoli potenzialita da non disperdere ma, altresi, da continuare ad utilizzare al meglio, sopratutto se per finalita di utilita collettiva, quali l’informazione e la messa in comune di materiali con il resto del Mondo.

Matteo Cazzulani