LA VOCE ARANCIONE. Il Blog di Matteo Cazzulani

Politica USA: Obama perde anche la Louisiana

Posted in USA by matteocazzulani on December 7, 2014

L’esponente repubblicano Bill Cassidy vince decisamente sulla candidata democratica uscente Mary Landrieu nel ballottaggio per l’ultimo seggio del Senato conteso nelle Elezioni di Mid-Term. Il Partito Repubblicano vince anche in seggi della Louisiana della Camera dei Rappresentanti

Philadelphia – Un’asfaltata netta, con i repubblicani oramai padroni di tutto il sud-est degli Stati Uniti d’America e i democratici in ritirata libera. Nella giornata di sabato, 6 Dicembre, il candidato repubblicano Bill Cassidy ha battuto l’esponente democratica Mary Landrieu nel ballottaggio delle elezioni di Mid-Term per il seggio del Senato della Louisiana.

Cassidy ha ottenuto una vittoria notevole, con il 57% dei voti a suo favore contro il 43% dei consensi per la Landrieu, che, così, abbandona il Senato dopo tre legislature.

Come riportato da Politico, la vittoria di Cassidy, un medico già Rappresentante della Louisiana presso la Camera dei Rappresentanti del Congresso, è stata possibile grazie all’abilità dei repubblicani di trasformare la consultazione in un referendum contro l’Amministrazione Presidenziale di Barack Obama.

Oltre alla forte impopolarità del Presidente Obama, a punire la Landrieu è stata anche la decisione da parte del Comitato Democratico per la Campagna del Senato di non supportare la senatrice uscente, mentre il Comitato Nazionale Repubblicano ha investito su Cassidy ingenti risorse.

Oltre alla vittoria di Cassidy, che permette ai repubblicani di controllare i seggi del Senato degli Stati che vanno dalle Caroline al Texas dopo la storica vittoria nelle Elezioni di Mid-Term -nelle quali il Partito Repubblicano, lo scorso 4 Novembre, ha strappato al Partito Democratico ben 8 seggi- esponenti repubblicani hanno ottenuto vittorie anche in alcuni seggi della Camera dei Rappresentanti.

Ralph Abraham ha ottenuto la vittoria nella roccaforte repubblicana finora posseduta dal Rappresentante uscente Vance McAllister, mentre l’esponente del Partito Repubblicano Garret Graves ha vinto sull’ex-Governatore democratico Edwin Edwards per un altro seggio alla Camera dei Rappresentanti.

La questione energetica alla base della vittoria di Cassidy

Come riportato dall’autorevole Reuters, oltre che dal vento contrario al Presidente Obama, la vittoria di Cassidy è stata motivata anche dalla questione energetica, in quanto l’esponente repubblicano si è dimostrato essere un più acceso sostenitore dell’approvazione dell’oleodotto Keystone XL rispetto alla sua rivale democratica.

Una mozione proposta da Cassidy per la realizzazione del Keystone XL, infrastruttura progettata per veicolare olio crudo canadese dall’Alberta alle raffinerie del Texas, è stata approvata dalla Camera dei Rappresentanti con un’ampia maggioranza, ma la Landrieu non è stata capace di portare il provvedimento alla sua approvazione in Senato.

Ad opporsi al Keystone XL è stata l’ala più liberale dei democratici, che nonostante il coinvolgimento della Landrieu in favore dell’infrastruttura non ha accettato il verdetto espresso alla Camera dei Rappresentanti da una maggioranza di repubblicani e democratici centristi.

Grazia alla sua vittoria, Cassidy diventerà con tutta probabilità il Presidente della Commissione Energia del Senato, una posizione di prestigio che, finora, è stata ricoperta proprio dalla Landrieu.

Matteo Cazzulani
Analista di tematiche Trans Atlantiche
Twitter @MatteoCazzulani

IMG_0325.PNG

IMG_0324.PNG

IMG_0325-0.PNG

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: