LA VOCE ARANCIONE. Il Blog di Matteo Cazzulani

Elezioni in Ucraina. Poroshenko pronto a isolare la Tymoshenko

Posted in Uncategorized by matteocazzulani on October 20, 2014

Il Presidente ucraino propone un accordo di coalizione precedente al voto attorno ai principi supportati dal suo Blocco senza alcuna promessa di nomina a nessuna personalità. Il Premier accoglie l’invito, mentre l’ex-Premier incalza il Capo dello Stato su lotta alla corruzione e lustrazione

La coalizione di Governo si faccia prima delle Elezioni, anche se alla scadenza elettorale manca solo una settimana. Questo è stato l’appello agli elettori del Presidente dell’Ucraina, Petro Poroshenko, che, in occasione di un’intervista trasmessa da diversi canali del Paese, sabato, 18 Ottobre, ha dichiarato la sua intenzione di proporre ai partecipanti alle Elezioni Parlamentari di Domenica prossima una patto di coalizione.

Secondo Poroshenko, gli aderenti all’accordo di coalizione pre-urne devono accettare tutti i punti della Strategia di Riforma 2020, ossia il programma del Blocco Poroshenko: la lista che raggruppa forze partitiche di centro e moderate a supporto del Presidente.

Nello specifico, la ‘Strategia di Riforma 2020’ prevede l’armonizzazione agli standard europei del sistema giudiziario, del sistema degli investimenti, delle manovre volte allo snellimento della burocrazia e delle misure atte alla lotta alla corruzione in Ucraina.

“Nel caso venisse formata una coalizione in Parlamento non si tratterà più di quote di Partito, ma di veri e propri obblighi che ciascuna forza partitica avrà per realizzare il programma di Governo. La coalizione non sarà creata per tutelare nessuna personalità, ma per servire al bene del Paese” ha dichiarato il Presidente Poroshenko.

Le parole pronunciate da Poroshenko hanno suonato come un campanello d’allarme per il Premier, Arseniy Yatsenyuk, che con il suo Fronte Popolare, forza politica di orientamento moderato, spera di ottenere un numero sufficiente di voti per restare alla guida del Governo.

Nonostante in alcuni collegi il Blocco Poroshenko e il Fronte Popolare abbiano concordato candidature condivise, la lista del Presidente e la forza del Premier non hanno voluto stringere alcun patto di alleanza precedente alle Elezioni, ma si sono limitati ad una vaga promessa di collaborazione dopo il voto che ha lasciato trasparire una profonda frattura fra le due principali Cariche dello Stato.

Ciò nonostante, in un’intervista al canale ICTV, Domenica, 19 Ottobre, il Premier Yatsenyuk ha accolto con favore l’invito del Presidente, sostenendo che la coalizione deve essere varata al più presto.

Inoltre, Yatsenyuk ha ritenuto che la realizzazione dei punti dell’Accordo di Associazione UE-Ucraina debba essere la vera priorità del nuovo Governo, che deve essere composto da facce nuove ed energie fresche.

Critiche alle parole di Yatsenyuk, e anche a quelle del Presidente Poroshenko, sono invece provenute da Yulia Tymoshenko, ex-Premier e Leader del Partito di orientamento social-popolar-democratico Batkivshchyna, che ha evidenziato come non si possa attuare alcun avvicinamento all’Europa senza prima avviare una lotta alla corruzione a tutto campo.

Come riportato durante un’intervista alla televisione Inter, la Tymoshenko ha evidenziato come, per tenere fede alle speranze di cambiamento del popolo ucraino, sia necessaria anche una totale lustrazione delle personalità colluse con il sistema di potere autoritario imposto nel Paese dall’ex-Presidente Yanukovych.

“Fino a quando la corruzione sarà istituzionalizzata e ben integrata nella nostra società non avrà alcun senso parlare di integrazione europea, né di riforme che possano avvicinare l’Ucraina agli standard europei. Come ci fanno notare in molti in Occidente, la caduta di Yanukovych non ha comportato la fine della corruzione, che ha cambiato cognomi ed è tuttora presente nel Paese” ha dichiarato la Tymoshenko, che è stata la principale vittima delle persecuzioni politiche dell’ex-Presidente ucraino.

Yatsenyuk e Lyashko già si contendono il Premierato

Lo scambio di battute tra Poroshenko, Yatsenyuk e Tymoshenko lascia presagire una corsa elettorale al fotofinish, con le tre principali forze del campo democratico fortemente in concorrenza tra loro, al punto da pregiudicare una possibile collaborazione in un Governo di coalizione.

Poroshenko, il cui Blocco è dato in testa dai principali sondaggi con il 30% dei consensi, avrebbe infatti l’intenzione di isolare la Tymoshenko dal Governo mettendo in minoranza Batkivshchyna, che è data seconda con il 9% dei voti dalle ultime rilevazioni sociologiche.

Come riportato dall’autorevole Reuters, il Presidente sarebbe disposto a creare una colazione con il Fronte Popolare, dato al 7%, aperta sia alla moderata Hromadyanska Pozytsya, data anch’essa al 7%, che al Partito Radicale di Ucraina, stimato al terzo posto con l’8% dei consensi.

L’ingresso del Partito Radicale nella coalizione provocherebbe un precedente scomodo per Poroshenko, dal momento in cui il Capo dei radicali, Oleh Lyashko, ha già fatto sapere di ambire alla poltrona di Premier, a cui il Leader del Fronte Popolare Yatsenyuk non intende affatto rinunciare.

Matteo Cazzulani
Analista Politico dell’Europa Centro-Orientale
Twitter @MatteoCazzulani

IMG_0259.PNG

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: