LA VOCE ARANCIONE. Il Blog di Matteo Cazzulani

UCRAINA: YANUKOVYCH SI ARMA DOPO CHE L’OPPOSIZIONE RIFIUTA LA GUIDA DEL GOVERNO

Posted in Ukraina by matteocazzulani on January 28, 2014

Arseniy Yatsenyuk e Vitaly Klichko rifiutano l’offerta del Presidente ucraino di guidare il Governo. Il Premier, Mykola Azarov, fa approvare al Consiglio dei Ministri misure che autorizzano limitazioni della libertà di movimento, l’acquisto urgente di munizioni e l’aumento del numero delle forze di polizia.

Un rifiuto totale all’inganno che, anche in caso di accettazione, non avrebbe evitato una conclusione violenta che il Governo ucraino sta per preparare. Nella giornata di lunedì, 27 Gennaio, il Leader del Partito social-popolar-democratico Batkivshchyna, Arseniy Yatsenyuk, e il Capo del Partito moderato UDAR, Vitaly Klichko, hanno rifiutato l’offerta del Presidente ucraino, Viktor Yanukovych, di guidare il Governo rispettivamente come Premier e Vicepremier.

La decisione dei due Leader dell’Opposizione è stata comunicata prima della votazione al Parlamento delle Leggi Liberticide: una delle condizioni, assieme al ripristino della Costituzione del 2004 e al rilascio di tutti i prigionieri politici, che i dissidenti hanno posto a Yanukovych per accettare una proposta che, se recepita, avrebbe affossato per sempre l’integrazione dell’Ucraina nell’Unione Europea.

Ancor prima della rinuncia, il Premier ucraino, Mykola Azarov, durante una seduta del Consiglio dei Ministri ha varato una serie di misure che inaspriscono la presenza dei militari che fronteggiano gli oppositori, e che già hanno provocato almeno sette vittime tra i manifestanti.

Nello specifico, le misure approvate dal Consiglio dei Ministri consentono l’imposizione del divieto di mobilità in alcune strade della capitale Kyiv, autorizzano l’uso di riserve monetarie per l’acquisto di armi e munizioni, ed aumentano di sei volte il numero di Grifony e Berkut -le due divisioni della polizia di regime- fino ad un numero di 30 Milioni di uomini.

Come riportato da alcuni esperti, le misure approvati dal Consiglio dei Ministri, che il Parlamento potrebbe facilmente ratificare, anticipano lo Stato di Guerra che, come si vocifera, Yanukovych potrebbe introdurre a breve.

Rinforzi russi per Yanukovych?

Resta poi un ragionamento sulla provenienza dei rinforzi di Grifony e Berkut, che Azarov ha dichiarato di volere attingere dai riservisti e dai miliari oggi dislocati in missioni in diverse aree del pianeta: secondo un calcolo, i riservisti e i militari immediatamente disponibili non permetterebbero di raggiungere la quota dell’aumento fissato da Azarov.

Questo calcolo confermerebbe indiscrezioni ben informate secondo le quali il Presidente Yanukovych si sta già avvalendo dei Spetsnaz russi travestiti da Berkut, il cui numero potrebbe aumentare dopo la fine della Olimpiadi invernali di Sochi.

Diversi giornalisti hanno infatti notato Berkut incapaci di comprendere l’Ucraino che cambiavano rubli -la moneta della Federazione Russa- in Hryvnie -la divisa ucraina.

Se la notizia fosse confermata, si avrebbe un’ennesima prova dell’inserimento della Russia di Putin negli affari interni di un Paese che sulla carta è ancora indipendente.

Matteo Cazzulani

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: