LA VOCE ARANCIONE. Il Blog di Matteo Cazzulani

UCRAINA: L’OPPOSIZIONE FARÀ LE PRIMARIE PER IL CANDIDATO PRESIDENTE, MENTRE OBAMA E L’EUROPA PENSANO A SANZIONI SULLE AUTORITÀ UCRAINE

Posted in Ukraina by matteocazzulani on January 7, 2014

La consultazione interna allo schieramento europeista necessaria per contrastare le repressioni del Partito delle Regioni del Presidente, Viktor Yanukoych. Tra i Candidati il Leader di UDAR, Vitaly Klichko, il Capo di Svoboda, Oleh Tyahnibok, il Segretario in pectore di Batkivshchyna, Arseniy Yatsenyuk, ed anche il Braccio Destro e la figlia di Yulia Tymoshenko.

Non solo Democratici e Repubblicani negli Stati Uniti d’America, il Partito Democratico in Italia, il Partito Socialista in Francia e la Piattaforma Civica in Polonia, anche l’Opposizione Democratica in Ucraina avrà le sue primarie per la selezione del candidato alla più alta carica dello Stato. Come dichiarato Domenica, 5 Gennaio, dal Leader in pectore del Partito di Opposizione Batkivshchyna, Arseniy Yatsenyuk, le tre forze del campo europeista ucraino candideranno i loro principali esponenti in maniera autonoma al Primo Turno delle Elezioni Presidenziali del 2015, per poi convogliare al secondo turno tutti i voti sul Candidato che avrà ottenuto maggiore consenso.

Più che dalla necessità di coinvolgere attivamente l’elettorato della coalizione filo-europea, la primaria dell’opposizione Ucraina è necessaria per evitare che sul candidato unico si abbatta la repressione del Partito delle Regioni del Presidente, Viktor Yanukovych, che ha già approvato Leggi restrittive della partecipazione di alcuni dei principali esponenti dello schieramento filo-europeo.

Favorito è il leader del Partito moderato UDAR, Vitaly Klichko: ex-campione di pugilato molto apprezzato nel Paese ed in Europa -è in buonissimi rapporti con il Cancelliere tedesco, Angela Merkel-che, secondo tutti i sondaggi, sarebbe in grado di battere Yanukovych al secondo turno con un ampio vantaggio.

Proprio nei confronti di Klichko, che per allenarsi ha trascorso gli ultimi 15 anni in Germania, il Partito delle Regioni ha approvato in Parlamento una Legge che vieta il diritto di voto passivo a chi, negli ultimi 10 anni, non ha pagato le tasse in Ucraina: una vera e proprio provvedimento ad hoc votato in fretta per escludere il Leader di UDAR dalla consultazione elettorale presidenziale.

Tra i candidati resta aperto il discorso del Partito democratico-socialpopolare Batkivshchyna, che, in alternativa a Yatsenyuk, potrebbe presentare al Primo Turno anche Oleksander Turchynov se non addirittura Yevhenya Tymoshenko: rispettivamente il braccio destro e la figlia di Yulia Tymoshenko, la Leader dell’Opposizione ucraina arrestata nel 2011 dopo uno dei più di cento casi di giustizia selettiva attuati dal Presidente Yanukovych.

Terzo candidato è il Capo del Partito nazionalista Svoboda, Oleh Tyahnibok. Egli è il Candidato preferito da Yanukovych perché più radicale e meno entusiasta nei confronti dell’Europa -Svoboda si caratterizza per accenti anti-polacchi, contro alle Civil Union e all’integrazione razziale e religiosa- che, infatti, non è stato mai intaccato da nessun provvedimento restrittivo da parte del Presidente ucraino.

Finora, l’unico candidato certo alle prossime Elezioni Presidenziali ucraine è l’attuale Capo di Stato Yanukovych. “La differenza tra il Partito delle Regioni e l’Opposizione è la possibilità di scegliere direttamente il candidato Presidente -ha dichiarato Yatsenyuk- Così, impediremo alle Autorità di falsificare il voto”.

Ancora in forse resta l’effettivo svolgimento di Elezioni libere e regolari, dopo che le ultime due consultazioni -le Amministrative del 2010 e le Parlamentari del 2012- sono state falsificate, come confermato da tutti gli osservatori internazionali indipendenti.

Obama ha ricevuto i nomi su cui imporre sanzioni

Per contrastare il mancato rispetto della Libertà, ed anche le repressioni su politici dell’opposizione e violenze sui giornalisti, il Presidente USA, Barack Obama, sabato, 4 Gennaio, ha ricevuto dalla Comunità ucraina i nomi delle Autorità su cui imporre sanzioni.

Come riportato dall’autorevole Ukrayinska Pravda, le sanzioni potrebbero interessare il Presidente Yanukovych e il Ministro degli Interni, Yuri Zakharchenko -che, come confermato dall’interessata, sono sospettati di essere i mandanti dell’aggressione che ha ridotto sulla sedia a rotelle la giornalista attivista in supporto dell’integrazione dell’Ucraina in Europa Tetyana Chornovil.

Tra le altre figure di rilievo, si da anche il nome del Capo del Consiglio Nazionale per la Sicurezza e la Difesa, Andriy Klyuyev, quello del Sindaco di Kharkiv, Hennady Kernes, e quello del Governatore della Regione di Kharkiv Mykhaylo Dobkin.

Come dichiarato a Kyiv dal Vicepresidente del Parlamento Europeo, Gianni Pittella, anche le Istituzioni Europee valuteranno l’imposizione di sanzioni personali sui visti Schengen e sui conti bancari delle Autorità ucraine responsabili della violazione dei Diritti Umani e della Democrazia.

Matteo Cazzulani

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: