LA VOCE ARANCIONE. Il Blog di Matteo Cazzulani

TYMOSHENKO: L’UE APRE ALL’UCRAINA A DUE ANNI DALLA CONDANNA

Posted in Ukraina by matteocazzulani on October 11, 2013

Un pressing suo filo del cronometro per convincere l’Ucraina che Democrazia e Diritti Umani sono un mezzo per implementare l’economia. Nella Giormata di giovedì, 10 Ottobre, il Ministro degli Esteri tedesco, Guido Westerwelle, ha invitato il Presidente ucraino, Viktor Yanukovych, a permettere cure mediche in Germania alla Leader dell’Opposizione ucraina, Yulia Tymoshenko.

Westerwelle, che ha preso parte ad un incontro a Kyiv con Yanukovych ed il Ministro degli Esteri ucraino, Leonid Kozhara, definito intensivo e fruttuoso sia sul piano tecnico che su quello politico, ha dichiarato che la Germania è pronta ad accogliere la Tymoshenko non appena ottenuto il via libera dall’Ucraina.

Westerwelle ha anche illustrato come la concessione alla Tymoshenko di cure mediche in Germania avvicina la firma dell’Accordo di Associazione UE-Ucraina: documento che integra Kyiv nel mercato unico dell’Unione Europea.

Un passo in sostegno dell’integrazione dell’Ucraina in Europa è stato dato, quasi in contemporanea, dal Parlamento Europeo, dove la Commissione Affari Esteri ha approvato una Risoluzione che, in caso di firma da parte di Kyiv, prevede l’esecuzione immediata dell’Accordo di Associazione, senza attendere la ratifica dei 28 Stati membri UE.

Tuttavia, i Parlamentari Europei hanno posto il rispetto della Democrazia e dei Diritti Umani come condizione necessaria per la firma dell’Accordo di Associazione, poiché l’adesione all’UE è una scelta ideologica e di civiltà, e non solamente di carattere economico.

Condannata e torturata da due anni

La presa di posizione della Diplomazia UE avviene proprio alla vigilia del secondo anniversario della condanna della Tymoshenko che l’11 Ottobre 2011 è stata condannata a sette anni di reclusione, più tre di interdizione dai pubblici uffici, per la firma di accordi energetici con la Russia nel Gennaio 2009 ritenuti sconvenienti per le casse dello Stato.

Privata della possibilità di difendersi dinnanzi alla Corte, la Tymoshenko si è vista negare le cure mediche di cui ha bisogno per curare l’ernia al disco di cui è affetta, e, durante la detenzione, è stata osservata da telecamere nascoste, e persino picchiata.

UE, USA, ONU, NATO, Canada ed Austrialia hanno ritenuto la condanna della Tymoshenko un esempio di giustizia selettiva che ha congelato la firma dell’Accordo di Associazione UE-Ucraina.

Inoltre, la Comunità Internazionale ha espresso condanna per la modalità di trattamento riservata alla Tymoshenko in carcere.

Matteo Cazzulani

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: