LA VOCE ARANCIONE. Il Blog di Matteo Cazzulani

LA LIBIA POSSIEDE PIÙ GAS

Posted in Guerra del gas by matteocazzulani on September 18, 2013

La compagnia energetica libica NOC e quella polacca PGNiG individuano l’ennesimo giacimento a Sud-Ovest di Tripoli. Le opportunità per l’Italia per diversificare le fonti di approvvigionamento di oro blu

Da colonia italiana a pozzo di petrolio, ed ora anche contenitore di gas. Nella giornata di mercoledì, 11 Settembre, la compagnia nazionale energetica libica NOC ha dichiarato l’esistenza di un nuovo giacimento di gas a Murzeq, a 750 chilometri a Sud-Ovest della Capitale Tripoli.

Come riportato da Natural Gas Asia, la scoperta del giacimento, da cui si potranno sfruttare 4 Milioni di Piedi Cubi di gas al giorno, è stata realizzata dalla NOC e dalla compagnia energetica polacca PGNiG.

La scoperta del giacimento segue quella realizzata presso il Bacino di Ghadames, a 800 chilometri a Sud-Ovest di Tripoli, che consente lo sfruttamento di 10 Milioni di Piedi Cubi di gas al giorno.

Quest’ultimo giacimento è stato scoperto dal colosso nazionale algerino Sonatrach, in collaborazione con le compagnie indiane Oil India ed Indian Oil.

La scoperta del gas in Libia rappresenta una buona notizia anche per l’Italia che, sulla carta, ha ora la possibilità di incrementare la quantità di gas importata dalla Libia e, così, diminuire la dipendenza da Russia ed Algeria.

Per mezzo del Greenstream -gasdotto compartecipato da ENI e NOC che collega la città libica di Wafa a Gela- l’Italia già importa dalla Libia 8 Miliardi di metri cubi di gas all’anno sfruttati dal giacimento Bahr Essalam.

Le Nazioni Unite preoccupate per il Governo libico

Nonostante la scoperta, il gas libico potrebbe non essere sfruttato per via dell’instabile situazione politica che caratterizza il Paese.

Nella giornata di martedì, 17 Settembre, l’inviato delle Nazioni Unite, Tarek Mitri, ha invitato la Libia a sospendere le azioni di guerra interna per potere mantenere fede agli obblighi contrattuali che legano il Paese a Stati importatori.

Con lo scoppio della guerra, la Libia, dinnanzi ad una situazione fuori controllo, ha congelato tutti i contratti energetici.

Secondo le rilevazioni EIA, la Libia possiede riserve per 58 Trilioni di piedi cubi di gas naturale.

Matteo Cazzulani

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: