LA VOCE ARANCIONE. Il Blog di Matteo Cazzulani

SHALE: LA POLONIA CHIEDE ALL’UE DI FARE DI PIU

Posted in Guerra del gas by matteocazzulani on July 10, 2013

Il Ministro per gli Affari Europei polacco, Piotr Serafin, chiede all’Unione Europea un maggiore impegno per lo sfruttamento di gas non convenzionale. Le divisioni all’interno dell’Unione Europea.

Un opportunità per ridurre il Global Warming e rispettare gli impegni su scala globale. Nella Giormata di lunedì, 8 Luglio, il Ministro polacco per gli Affari europei, Piotr Serafin, ha invitato l’Unione Europea a semplificare le leggi per lo sfruttamento dello Shale.

Come riportato dalla Reuters, il Ministro Serafin ha evidenziato come alcuni Paesi, senza fare alcun nome, si oppongono al varo di una legislazione che incentivi lo sfruttamento di gas non convenzionale in Europa.

Nel contempo, il Ministro ha anche sottolineato la valenza positiva dello sfruttamento dello Shale per quanto riguarda la lotta alla riduzione delle misure inquinanti, come riportato di recente dal Presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama.

Le dichiarazioni del Ministro Serafin arrivano a pochi giorni dall’estrazione di
120 Barili al minuto di Shale compiuta dalla compagnia irlandese San Leon presso il giacimento polacco Lewino 1G2, presso Danzica: un record in Europa.

Secondo uno studio EIA, la Polonia contiene la più ampia riserva di Shale in Europa, pari a 148 Trilioni di Piedi Cubi.

Oltre alla Polonia, l’avvio dello sfruttamento di gas Shale è stato fatto da Gran Bretagna, Romania, Lituania, Spagna e Danimarca, mentre Francia e Bulgaria hanno posto una moratoria sull’estrazione di gas non convenzionale.

Con l’avvio dello sfruttamento dello Shale, gli USA hanno incrementato la produzione nazionale di gas, ed hanno programmato la massiccia esportazione di oro blu liquefatto nel mercato asiatico e in quello europeo.

La Chevron chiede migliori condizioni

Oltre che dalla San Leon, lo Shale in Polonia è sfruttato anche dalla compagnia statunitense Chevron, che possiede quattro concessioni nel Paese.

Come riportato sempre dalla Reuters, la Chevron, a sua volta, ha richiesto al Governo una semplificazione della legge sullo sfruttamento dello Shale, di modo da incoraggiare lo sviluppo dell’estrazione di gas non convenzionale.

Il Manager per la Polonia della Chevron, John Claussen, ha chiesto al Governo polacco più assicurazioni e meno penalità nello sfruttamento dei giacimenti di Shale.

Per favorire la realizzazione dei progetti di sfruttamento dello Shale, la Polonia ha stabilito la creazione di una compagnia statale, la NOKE che possiede il 5% in ogni concessione

Secondo diverse analisi, questa misura ha allarmato alcune compagnie, nonostante preventivamente, il Governo avesse fissato il tetto massimo della tassazione dello Shale in Polonia al 40%.

Matteo Cazzulani

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: