LA VOCE ARANCIONE. Il Blog di Matteo Cazzulani

PUTIN CONTRO OBAMA: RUSSIA E CINA VARANO UN’ALLEANZA ENERGETICA

Posted in Guerra del gas by matteocazzulani on March 26, 2013

Nella sua prima visita a Mosca, il Presidente cinese, Xi Jinping, cementa la partnership energetica con il monopolista statale russo del greggio, Rosneft, e quello nazionale del gas, Gazprom. Il Cremlino veicolerà a Pechino 31 milioni di Tonnellate all’anno di oro nero, e 60 miliardi di metri cubi di oro blu all’anno

Barili di greggio e fiumi di gas hanno caratterizzato la prima visita del nuovo Presidente della Cina, Xi Jinping, a Mosca, dove il Capo dello Stato cinese ha incontrato il suo collega russo, Vladimir Putin.

L’incontro è stato contrassegnato dalla firma di 35 documenti che hanno rafforzato la partnership sino-russa in vari ambiti, tra cui quello energetico, nel quale Cina e Russia hanno stabilito una cooperazione stretta e duratura per i prossimi anni.

Il monopolista statale russo del greggio, Rosneft, e il colosso nazionale cinese CNPC hanno concordato l’aumento della compravendita di carburante dalla Russia alla Cina, e la costruzione di una raffineria a Tiencin.

La CNPC ha inoltre aumentato la quantità di greggio da importare dalla Russia nei prossimi 25 anni, mentre la Rosneft ha ottenuto un credito di 2 Miliardi di Dollari dalla Banca Cinese dello Sviluppo, ed ha firmato un protocollo per il rafforzamento della partnership con la compagnia energetica Sinopec.

Per quanto riguarda il gas, il Presidente Jimping e il Capo del monopolista statale russo del gas, Gazprom, Alexei Miller, hanno firmati un accordo per la costruzione della Eastern Route: un gasdotto che veicolerà dalla Russia alla Cina 38 Miliardi di metri cubi di gas all’anno.

Come ha dichiarato Miller, l’accordo apre la possibilità di rinnovare al più presto l’accordo per le forniture di gas dalla Russia alla Cina, congelato nel 2012 per protesta da Pechino nei confronti delle troppo alte condizioni contrattuali imposte da Mosca per la costruzione di un gasdotto in grado di veicolare carburante direttamente tra i due Paesi.

In cambio dell’accordo con Gazprom, che secondo Miller e destinato ad incrementare il flusso di oro blu esportato dalla Russia alla Cina a 60 Miliardi di metri cubi all’anno, Mosca ha concesso alla CNPC lo sfruttamento di alcuni giacimenti di oro blu nell’Oceano Artico.

Una nuova Guerra Fredda tra Stati Uniti d’America e Russia in Asia

Il rafforzamento della partnership energetica con la Cina rappresenta una vittoria diplomatica per la Russia, che mira a contrastare l’influenza degli Stati Uniti d’America in Asia, implementata in maniera considerevole dall’Amministrazione del Presidente democratico, Barack Obama.

Con l’avvio dello sfruttamento dei giacimenti domestici di Shale -gas estratto da rocce ubicate a bassa profondità mediante sofisticate tecniche di fracking- gli USA si sono imposti come principale esportatore di oro blu in India, Corea del Sud, Singapore ed Indonesia.

Mosca vede nella cooperazione con la Cina, la seconda economia al Mondo, anche un modo per aprire un nuovo mercato del gas dinnanzi alla stagnazione di quello europeo, nel quale la Russia esercita un quasi totale monopolio.

Matteo Cazzulani

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: