LA VOCE ARANCIONE. Il Blog di Matteo Cazzulani

Ucraina: l’Opposizione Arancione avanti secondo gli exit-poll

Posted in Ukraina by matteocazzulani on October 28, 2012

Il Partito delle Regioni del Presidente Viktor Yanukovych ottiene la maggioranza relativa, ma le opposizioni unite superano lo schieramento regionale-comunista filo-presidenziale. Brogli e sistema elettorale avulso possono cambiare il risultato popolare

Kyiv – Un pareggio per pochi punti, che sembra premiare l’opposizione al Presidente Yanukovych. Brogli e falsificazioni permettendo.

Secondo gli exit poll nazionali delle elezioni parlamentari ucraine, al primo posto si e classificato con il 33% dei consensi il Partito delle Regioni: forza politica sostenuta politicamente dal Presidente dell’Ucraina, Viktor Yanukovych, e finanziariamente dai principali oligarchi del Paese.

Alle spalle del partito del potere, a cui appartengono anche il Premier e quasi tutti i membri del Consiglio dei Ministri, si e classificata l’Opposizione Unita Batkivshchyna, con il 23% dei voti.

Distaccato, al terzo posto si trova l’altro partito dell’opposizione, UDAR, con il 13% dei consensi, a pari merito con il Partito Comunista di Ucraina con la medesima quotazione. Segue il partito di estrema destra Svoboda, che grazie ad un 11% dei voti riesce a entrare in parlamento.

A modificare il voto, oltre al conteggio effettivo, sono i possibili brogli. Durante la giornata elettorale, gli Osservatori Internazionali hanno rilevato casi diffusi di compravendita di voti e di azioni di campagna elettorale presso i seggi.

L’Opposizione Unita Batkivshchyna ha accusato il Partito delle Regioni di avere pilotato il consenso mediante l’organizzazione di autobus per trasportare elettori a votare in diversi seggi.

Il partito UDAR, guidato dal famoso boxeur Vitaliy Klychko, ha lamentato ad Odessa aggressioni fisiche nei confronti della deputata Olha Herasymiuk, mentre ella stava certificando violazioni delle regole elettorali da parte del Partito delle Regioni

Il Partito Comunista – che appartiene alla maggioranza parlamentare con il Partito delle Regioni – ha lamentato brogli elettorali sempre da parte del Partito del Presidente Yanukovich nella regione di Donetsk.

Solo il Partito delle Regioni non ha accusato alcun broglio. Il Premier, Mykola Azarov, ha sottolineato come le elezioni si siano svolte in maniera serena sotto lo sguardo degli osservatori internazionali.

Dinnanzi agli exit-pool, l’Opposizione Unita Batkivshchyna ha dichiarato soddisfazione e preoccupazione.

Come dichiarato dal Leader in pectore, Arseniy Yatsenyuk, il popolo ucraino ha premiato la scelta delle forze del campo democratico di unirsi per battere il Presidente Yanukovych: responsabile di un regresso democratico che ha isolato l’Ucraina dall’Europa e dal Mondo.

Il vicecapo dell’Opposizione Unita Batkivshchyna, Oleksandr Turchynov, ha dichiarato come il risultato degli exit pool possa essere ribaltato da ennesimi brogli durante lo spoglio, ed anche dai risultati nei collegi uninominali.

La legge elettorale ucraina prevede l’assegnazione della meta dei seggi del Parlamento secondo il sistema proporzionale, mentre il restante 50% e assegnato ai candidati vittoriosi in collegi maggioritari.

Come riportato da diverse fonti, nei collegi uninominali svariati candidati indipendenti, ben radicati nel territorio, si uniranno al Partito delle Regioni per costituire una maggioranza parlamentare fedele al Presidente Yanukovych.

Matteo Cazzulani

20121028-194551.jpg

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: