LA VOCE ARANCIONE. Il Blog di Matteo Cazzulani

Adesso Putin vuole salvare Julija Tymoshenko

Posted in Unione Europea by matteocazzulani on May 4, 2012

Il Presidente russo offre ospitalità e cure mediche alla Leader dell’Opposizione Democratica ucraina per mascherare un calcolo politico mirato a sottrarre l’Ucraina dall’Unione Europea. La Germania concorde con Mosca, mentre la Polonia mantiene una posizione di maggiore prudenza nei confronti di Kyiv.

Dalle violenze militari in Cecenia alla difesa della democrazia in Ucraina. Questa e la strana evoluzione del Presidente russo, Vladimir Putin, che nella giornata di giovedì, 3 Maggio, ha dichiarato la propria preoccupazione per la situazione interna all’Ucraina, dove la Leader dell’Opposizione Democratica, Julija Tymoshenko, e stata condannata a sette anni di reclusione in isolamento in carcere, ed e stata percossa presso la sua cella.

Come sottolineato alla stampa, Putin ha ritenuto le imputazioni per le quali e stata accusata la Tymoshenko – la firma di accordi energetici nel Gennaio 2009: quando entrambi erano Primi Ministri dei rispettivi Paesi – privi di fondamento, e ha offerto alla Leader dell’Opposizione Democratica ucraina la possibilità di curare l’ernia al disco di cui e affetta presso strutture mediche nel territorio della Federazione Russa.

L’iniziativa di Putin e un’abile mossa tattica, che ha posizionato Mosca al fianco dei Paesi che dinnanzi alla condotta autoritaria del Presidente ucraino, Viktor Janukovych, hanno assunto una posizione di condanna di Kyiv al punto da sospendere le relazioni diplomatiche ad alto livello, e di ventilare il possibile boicottaggio del campionato europeo di calcio del 2012, che l’Ucraina organizza insieme con la Polonia.

Tra i Paesi più severi con Kyiv e figurata la Germania, che per mezzo del Cancelliere, Angela Merkel, e del Ministro degli Esteri, Guido Westerwelle, ha dapprima dichiarato di volere boicottare il campionato di calcio, poi ha illustrato come la detenzione di Julija Tymoshenko renda impossibile ogni passo in avanti per l’integrazione politica dell’Ucraina nell’Unione Europea.

Una conferma della linea dura di Bruxelles e arrivata anche dalla Commissione Europea, che con una nota, sempre giovedì, 3 Maggio, ha dichiarato come sia il Presidente, Jose Manuel Barroso, che ogni esponente dell’organo esecutivo europeo non prenderanno parte ad incontri con Janukovych e le Autorità ucraine durante il campionato europeo di calcio.

La Polonia mantiene in vita le aspirazioni europee di Kyiv

In molti tra gli esperti di geopolitica hanno pero evidenziato come la linea dura nei confronti dell’Ucraina possa rivelarsi un passo affrettato e dannoso per l’interesse del Vecchio Continente. Infatti, il boicottaggio dell’Euro 2012, e l’isolamento di Kyiv a livello continentale, e destinato a portare l’Ucraina nella zona di influenza geopolitica della Russia: intenzionata a sua volta ad indebolire l’UE, e a reimpossessarsi dello status di superpotenza mondiale a danno di Bruxelles.

A supportare questa teoria e la Polonia, il cui Primo Ministro, Donald Tusk, ha evidenziato come il boicottaggio del campionato europeo di calcio sia un errore anche riguardo alla stessa Tymoshenko. Nel 2008, la Leader dell’Opposizione Democratica si e battuta per ottenere l’assegnazione della manifestazione calcistica proprio con l’allora suo collega Tusk in nome dell’integrazione dell’Ucraina nell’UE e del rafforzamento dell’intesa con la Polonia.

Per questa ragione, il Premier polacco ha invitato gli altri Paesi europei a non mischiare il calcio con la politica, e a mantenere un atteggiamento parimenti risoluto e deciso nei confronti della Russia, dove i diritti umani sono infranti in maniera altrettanto grave e sistematica di quanto accade nell’Ucraina di Janukovych.

Matteo Cazzulani

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: