LA VOCE ARANCIONE. Il Blog di Matteo Cazzulani

UCRAINA: INDAGATO ANCHE TURCHYNOV, IL BRACCIO DESTRO DI JULIJA TYMOSHENKO

Posted in Ukraina by matteocazzulani on April 6, 2012

La Procuratura Generale apre un’inchiesta nei confronti del braccio destro della Leader dell’Opposizione Democratica ucraina per concessione illecita di immobili nel periodo trascorso a capo dei Servizi Segreti, mentre viene arrestato l’ennesimo esponente di spicco del campo arancione per abuso d’ufficio. Le proteste delle diplomazie europee e degli USA

Il Vice-Leader di Bat'kivshchyna, Oleksandr Turchynov

Dopo la Leader dell’Opposizione Democratica, davanti ai giudici anche il suo braccio destro operativo. Questo è lo scenario che, nei prossimi giorni, potrebbe svilupparsi in Ucraina in seguito all’inchiesta aperta nei confronti di Oleksandr Turchynov: braccio destro di una vita di Julija Tymoshenko e, ad oggi, con l’ex-Primo Ministro detenuta in isolamento presso una colonia penale di periferia, factotum del principale partito del campo arancione, Bat’kivshchyna.

Come riportato dal Capo della Sezione della Procura Generale per le questioni di massima importanza, Andrij Kurys’ durante una conferenza stampa, mercoledì, 4 Aprile, Turchynov è indagato per concessione di illecita di immobili a giornalisti durante il periodo passato a capo dei Servizi Segreti. Secondo l’autorevole agenzia Ukrajins’ki Novyny, questa accusa potrebbe portare in tempi brevi all’apertura di un procedimento giudiziario.

“E’ una manovra politica approntata ad hoc per dividere l’Opposizione Democratica che si è finalmente unita – ha risposto, con una nota, Bat’kivshchyna – e per discreditarne il suo primo Vice-Leader. Indagini su Turchynov sono già stata fatte in anni passati, senza mai dare risultati. L’ex-Capo dei Servizi Segreti ha concesso alloggi solo a membri del personale dell’ente da lui presieduto”.

Oltre a Turchynov, a scuotere l’Opposizione Democratica è stata anche la sentenza di Primo Grado che, giovedì, 5 Aprile, ha condannato a tre anni di detenzione l’ex-Ministro dell’Ambiente Heorhij Filipchuk: esponente del secondo Governo di Julija Tymoshenko, dal 18 Dicembre 2007 all’11 Marzo 2010, accusato di abuso d’ufficio per avere affidato all’impresa giuridica Astapov Lawyers la rescissione del contratto per lo sfruttamento dei bacini di gas nel Mar Nero concesso in precedenza alla società Vanco International.

Filipchuk è uno della decina di esponenti dell’Opposizione Democratica ucraina che, dalla salita al potere del Presidente Viktor Janukovych, nel Marzo 2010, è stata vittima di processi politici, spesso culminati con arresti eccellenti ed esili forzati in seguito alla conduzione di procedimenti giudiziari dalla palese irregolarità.

La condanna dell’Occidente

Tra i detenuti politici, figura la Leader dell’Opposizione Democratica, l’ex-Primo Ministro Julija Tymoshenko, accusata per avere firmato accordi energetici ritenuti sconvenienti per le casse dello stato, e l’ex-Ministro degli Interni, Jurij Lucenko, condannato anch’egli per abuso d’ufficio. L’ex-Ministro dell’Economia, Bohdan Danylyshyn, e il marito della Tymoshenko, Oleksandr Tymoshenko, sono stati invece costretti all’esilio in Repubblica Ceca, dove hanno ottenuto Asilo Politico.

Il verificarsi di questi eventi ha portato Janukovych a un progressivo isolamento internazionale, culminato con il congelamento della firma dell’Accordo di Associazione UE-Ucraina: un documento storico che avrebbe concesso a Kyiv lo status di partner privilegiato di Bruxelles oggi goduto da Islanda, Norvegia, e Svizzera.

Solo negli ultimi giorni, una forte condanna è stata ribadita dai Ministeri degli Esteri di Gran Bretagna, Francia, Polonia e Germania, che hanno evidenziato come una simile Ucraina non possa ambire all’integrazione nell’Unione Europea. Monito a Janukovych è stato esposto anche dal Presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama, che ha sottolineato l’attenzione riposta da Washington all’evolversi dello stato del rispetto della democrazia e dei diritti umani a Kyiv.

Matteo Cazzulani

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: