LA VOCE ARANCIONE. Il Blog di Matteo Cazzulani

UN ANNO FA LA STRAGE DI SMOLENSK. VICINANZA AL POPOLO POLACCO

Posted in Editoriale, Polonia by matteocazzulani on April 10, 2011

Il 10 Aprile 2010 un incidente aereo ha torlo la vita all’ex-Presidente, Lech Kaczynski, a sua moglie, ed a 94 alte cariche della Repubblica della Polonia. Come esprimere vicinanza a Varsavia in Italia

L'ex-presidente polacco, Lech Kaczynski, e la moglie

96 vittime, ed un intero stato nuovamente decapitato, a 70 anni dallo sterminio di Katyn. Questo quanto successo esattamente un anno fa. Il 10 Aprile 2010, la coppia presidenziale, e le più alte cariche della Repubblica polacca, sono morte nella tragedia aerea di Smolensk.

Un terribile scherzo di una storia che, cinicamente, si è ripetuta nei confronti di Varsavia. l’Aereo, diretto al terminale russo, avrebbe dovuto consentire ai passeggeri di rendere omaggio alle vittime delle fosse di Katyn, nella vicina Bielorussia.

Dove, tra l’aprile ed il maggio 1940, le truppe sovietiche dell’NKVD hanno ucciso il fiore dell’intellighenzia polacca. 22 Mila innocenti, a cui si sono aggiunti georgiani, bielorussi, ucraini, attagli, ed ebrei. Uno dei peggiori massacri voluti da Stalin, su cui la storiografia, sopratutto quella occidentale, continua a tacere.

70 anni dopo, un incidente ha nuovamente privato la Polonia dei suoi vertici. Sulla personalità del Presidente, Lech Kaczynski, molto si è discusso. Conservatore, per i suoi critici è stato troppo estremista in politica interna. In politica estera, ha difeso le ragioni del suo Paese, non senza forti contrasti con Unione Europea e Russia.

Non sta alla Voce Arancione darne un giudizio, né commentarne l’operato. Agli storici tale compito. Bensì, riteniamo opportuno esprimere vicinanza ad un popolo, quello polacco, a noi simpatico e caro.

Un paese, la Polonia, già colpito dai fatti della storia, fin dall’epoca delle spartizioni del 18esimo secolo. E che, ancor oggi, con un nuovo Capo dello Stato, ed un nuovo orientamento in politica estera, continua a faticare a ritrovare se stesso, ed a rappacificarsi con il proprio passato.

Il ricordo in Italia. Dove e come

L’incidente di Smolensk assume un significato ben superiore rispetto alla “sola” scomparsa delle più alte cariche del Paese.

In Italia, chi volesse stringersi attorno al popolo polacco può farlo in due occasioni. A Roma, presso la Chiesa di San Stanislao, l’Ambasciata della Repubblica di Polonia ha organizzato una Santa Messa di suffragio. A Milano, alle ore 11:30, simile iniziativa presso la Chiesa di Santa Maria alla Porta.

La Voce Arancione lo fa, citando il testo della risoluzione a riguardo, presentata al Senato USA dal repubblicano Richard Lugar.

“Gli Stati Uniti esprimono omaggio alle vittime polacche della catastrofe di Smolensk. Ed apprezzano l’attaccamento alla Costituzione con cui la Polonia ha saputo superare questo difficile capitolo della sua storia”.

Matteo Cazzulani

Tagged with: , , , ,

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: