LA VOCE ARANCIONE. Il Blog di Matteo Cazzulani

UCRAINA: JANUKOVYCH SUL MAJDAN

Posted in Ukraina by matteocazzulani on November 27, 2010

Presidente e Premier nella tendopoli della protesta. Giovedì la svolta

Il presidente ucraino, Viktor Janukovych

Tante promesse, una tazza di tè, ed un teatrino con il Premier nella fossa dei leoni. A sorpresa, sabato, 27 novembre, il Presidente ucraino, Viktor Janukovych, si è recato in visita alla tendopoli sul Majdan, per incontrare i manifestanti.

Un vero e proprio colpo di scena. Dal momento in cui, dall’inizio della protesta, lunedì, 22 novembre, nessuna dichiarazione ufficiale è stata indirizzata ai 10 mila imprenditori e lavoratori, impegnati nella contestazione del Codice Fiscale.

Dinnanzi ad una tazza di tè, il Capo di Stato, assieme al Primo Ministro, Mykola Azarov, ha registrato le lamentele degli organizzatori della protesta, promesso di esaminare il documento, e, se necessario, di rinviarlo al Parlamento.

In particolare, Janukovych ha spiegato che la sua Amministrazione sta esaminando già il testo, ed ha fissato una serie di incontri per i prossimi giorni. La decisione finale, come assicurato, giovedì, 2 dicembre.

Continua la manifestazione

La leader dell'Opposizione Democratica, Julija Tymoshenko

A commento del faccia a faccia – conclusosi con un siparietto, in cui Janukovych ha esortato Azarov a recarsi più spesso sul Majdan, per confrontarsi con gli imprenditori – uno dei coordinatori della protesta, Oleksandr Danyljuk, ha individuato nell’alta partecipazione alla dimostrazione la vera ratio della visita del Presidente.

Ciò nonostante, accanto alla cautela per le promesse ottenute, ha ribadito che la raccolta firme per le dimissioni del governo continua. Così come il presidio sulla piazza centrale della Capitale: simbolo di quella Rivoluzione Arancione di esattamente sei anni or sono.

Lecito ricordare che l’oggetto della manifestazione è un Codice Fiscale iniquo. Che, per compensare sgravi per i grandi imprenditori, sponsor del Partija Rehioniv – la forza politica, egemone nel Paese, a cui appartengono Janukovych, Azarov, e quasi tutti i membri del Consiglio dei Ministri – incrementa la pressione su piccola e media impresa.

Inoltre, il più liberale dei sistemi di tassazione europei, come lo ha definito Azarov, introduce la responsabilità del singolo lavoratore, il monitoraggio dell’attività, ed il divieto, per i sindacati, di unirsi in azioni comuni.

Approvato in Parlamento dalla maggioranza a ritmo di forza, senza possibilità per l’Opposizione Democratica di apportare emendamenti, il provvedimento è stato contestato da 10 mila persone, giunte a Kyiv da tutte le province. Dimostrazioni si sono verificate anche in altre città del Paese.

Pur rispettandone la connotazione apartitica, a supporto della manifestazione,

l’Opposizione Democratica, con ausilio di carattere logistico ed organizzativo.

Inoltre, come dichiarato dall’anima della Rivoluzione Arancione, Julija Tymoshenko, i Deputati Nazionali di Bat’kivshchyna presenteranno alla Rada un progetto alternativo, in cui si esorta la creazione di un corpo di polizia ad hoc per contrastare l’evasione, un fondo pensionistico unico, e sgravi fiscali per piccoli e medi imprenditori.

Una categoria, coerentemente tutelata, fondamentale per una ripresa economica, indispensabile dopo la forte crisi degli ultimi anni.

Matteo Cazzulani

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: