LA VOCE ARANCIONE. Il Blog di Matteo Cazzulani

ELEZIONI AMMINISTRATIVE IN UCRAINA: ANCHE OBAMA SI ACCORGE DEI BROGLI DI JANUKOVYCH

Posted in Ukraina by matteocazzulani on November 3, 2010

Washington valuta non-pienamente regolari le consultazioni ucraine. L’Opposizione Democratica chiede una Commissione d’Inchiesta. Il Partija Rehioniv ne calpesta i diritti in Parlamento

Il presidente USA, Barack Obama

La sconfitta di mid-term ha svegliato Obama. Nella giornata di mercoledì, 3 novembre, anche gli USA hanno riconosciuto l’irregolarità del voto locale ucraino. A comunicarlo, una nota governativa, con cui Washington esprime un duro giudizio su consultazioni ritenute solo parzialmente in linea con gli standard democratici.

In particolare, a turbare gli Stati Uniti è stata la legge elettorale, che ha impedito ad alleanze, blocchi e partiti battezzati da meno di un anno di partecipare alle elezioni. Nonché la registrazione di liste-clone di Bat’kivshchyna nelle regioni di Kyiv e Leopoli. Tradizionali roccaforti, dove il principale partito dell’Opposizione Democratica non ha potuto presentarsi.

“Le infrazioni – si legge nella nota – rilevate da ONG indipendenti, ci hanno turbato. Sopratutto, le schede elettorali annullate, senza possibilità di contestazione, il mancato rispetto del silenzio elettorale, l’attività di propaganda presso le sezioni elettorali, ed conteggi interrotti senza alcun motivo valido”.

Il BJuT all’attacco alla Rada

Il presidente ucraino, Viktor Janukovych

Pronta la risposta, anche sul piano politico, dell’Opposizione Democratica. I Deputati del Blocco Tymoshenko-Bat’kivshchyna hanno richiesto la creazione di una Commissione Straordinaria d’urgenza per indagare sull’effettiva correttezza della consultazione locale.

Ad affermarlo, il parlamentare del BJuT, Serhij Sas, abile nello sfruttare il mercoledì dell’opposizione: giornata in cui, da prassi dalla Rivoluzione Arancione, l’Ordine del Giorno dei lavori è stabilito dall’Opposizione.

“Che ricorrano alla Procura Generale, e ci lascino lavorare” gli ha risposto il Rappresentante in Parlamento del Presidente, Jurij Mirishnychenko, escludendo ogni indagine sulla legittimità delle votazioni.

Inoltre, il Partija Rehioniv – la forza politica, egemone nel Paese, a cui appartengono il Capo dello Stato, Viktor Janukovych, il Premier, Mykola Azarov, e quasi tutti i membri del Consiglio dei Ministri – ha deciso di non rispettare il turno dell’Opposizione Democratica, ed ha imposto un proprio o.d.g.

In risposta, i Deputati del gruppo dell’anima della Rivoluzione Arancione, Julija Tymoshenko, hanno occupato l’aula, e bloccato i lavori per l’intera seduta mattutina.

Matteo Cazzulani

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: