LA VOCE ARANCIONE. Il Blog di Matteo Cazzulani

ELEZIONI AMMINISTRATIVE IN UCRAINA: A KHARKIV RICONTEGGIO IN DIRETTA TV

Posted in Ukraina by matteocazzulani on November 3, 2010

La verifica dei verbali di sezione conferma la vittoria del candidato del potere. Bat’kivshchyna suggerisce di ricontare le schede

Il presidente ucraino, Viktor Janukovych

Una farsa mediatica. Non senza un tocco di sana propaganda. Così, a Kharkiv, le Autorità hanno cercato di chiudere definitivamente la conta dei voti delle comunali, in corso da oramai due giorni.

Nella giornata di mercoledì, 3 novembre, il Capo dell’Amministrazione Statale Regionale, Mykhajlo Dobkin, ha deciso di procedere alla verifica dei 597 verbali delle sezioni elettorali dell’ex capitale dell’Ucraina sovietica. Per certificare la chiarezza dell’operazione, il tutto è stato trasmesso in diretta televisiva da una emittente locale.

Presso la facoltà di elettrotecnica dell’Università Nazionale – scelto come palcoscenico del reality show governativo – ha presenziato il candidato del Partija Rehioniv – la forza politica, egemone nel Paese, a cui appartengono il Presidente, Viktor Janukovych, il Premier, Mykola Azarov, e quasi tutti i membri del Consiglio dei Ministri – Hennadij Kernes. Oltre a lui, quello del partito UDAR, Jurij Orel, del Front Zmin, Oleksandr Davtjan, e di Sylna Ukrajina, Stanislav Kosinov.

Alla fine della procedura, durata circa un’ora, i presenti, all’unanimità, hanno riconosciuto la vittoria dell’esponente del partito del potere. Il tutto, in un clima di concordia e solennità.

L’Opposizione Democratica protesta

Il candidato sindaco di Kharkiv di Bat'kivshchyna, Arsen Avakov

Questione affatto chiusa. Il candidato di Bat’kivshchyna, Arsen Avakov, assente allo spoglio in diretta, ha reagito alla messa in scena, ed ha illustrato come la verifica dei bollettini non sia affatto sufficiente a confutare ogni dubbio di broglio.

Da parte sua, ha suggerito di procedere al riconteggio delle schede. Soprattutto, tenendo conto delle denunce di falsificazioni espresse dai Rappresentanti di Lista della forza politica dell’anima della Rivoluzione Arancione, Julija Tymoshenko, e degli osservatori di ONG indipendenti.

Secondo le loro testimonianze, schede valide sarebbero state arbitrariamente annullate, senza alcuna possibilità di contestazione, in collegi in cui Avakov ha ottenuto largo consenso. Inoltre, il silenzio elettorale sarebbe stato infranto sia il giorno precedente al voto, sia durante la consultazione, con esponenti del Partija Rehioniv liberi di fornire indicazioni di voto presso i seggi. Infine, le procedure di spoglio si sarebbero interrotte a più riprese. Senza alcuna spiegazione logica.

Del resto, il ricorso di Avakov è ampiamente giustificato. Sia gli exit-pool, che le indagini sociologiche di diverse agenzie hanno certificato la sua vittoria su Kernes.Un risultato storico, con il quale l’Opposizione Democratica avrebbe strappato ai regionali una storica roccaforte.

Un forte segnale politico, ottenuto con le armi della democrazia, a prova della vitalità del campo arancione. Il quale, nell’Ucraina di Janukovych, sembra non voler essere tollerato.

Matteo Cazzulani

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: