LA VOCE ARANCIONE. Il Blog di Matteo Cazzulani

GUERRA DEL GAS: POLONIA E RUSSIA ANCORA CONCORDI

Posted in Polonia by matteocazzulani on October 18, 2010

Varsavia annuncia la nuova intesa con Mosca, concorde con il proprio fabbisogno ed i parametri europei. Ancora ignoti i dettagli

Il presidente russo, Dmitrij Medvedev

Presto un nuovo contratto tra Mosca e Varsavia. A comunicarlo, il ministero dell’economia polacco, che, nella giornata di lunedì, 18 ottobre, ha dichiarato il raggiunto nuovo accordo tra le compagnie EuRoPolGaz, Gaz-System ed il monopolista russo Gazprom.

Come riportato dalla nota, l’intesa garantirà alla Polonia una fornitura costante di oro blu, ed un inverno sicuramente al caldo. Ciò nonostante, sui dettagli nessun indizio, dal momento in cui il contratto dovrà essere esaminato, e ratificato, dai governi interessati. E, prima ancora, annunciato dai rispettivi presidenti.

Un incontro storico

L’occasione potrebbe essere la visita del Capo di stato russo, Dmitrij Medvedev, al collega polacco, Bronislaw Komorowski, in programma, a Varsavia, il prossimo 6 dicembre. Un evento di altissima rilevanza, dal momento in cui, per la prima volta, un inquilino del Cremlino si recherà nella capitale polacca espressamente per rafforzare la cooperazione tra i due Paesi, dopo anni contrassegnati da rapporti tesi e sgarbi reciproci.

Nel presentare il meeting alla stampa, lo stesso Komorowski ha sottolineato l’importanza del riavvicinamento a Mosca, ottenuto grazie al nuovo corso della politica estera polacca, più attenta alle richieste russe. E, spesso, anche in contrasto con quelle europee.

L’UE sempre attenta

Il presidente polacco, Bronislaw Komorowski

Esempio di ciò, proprio il contratto per il gas. Una prima versione, redatta nel gennaio 2010, è stata fortemente contestata dell’Unione Europea, che ha invitato la Polonia a rivederne le clausole, e ad adattarle alla legislazione continentale, che prevede il libero accesso alle infrastrutture energetiche dei Paesi membri.

In particolare, a preoccupare Bruxelles è stata, in cambio di oro blu fono al 2045, la concessione a Mosca dell’esclusiva gestione del gasdotto Jamal. Con la sua capacità di 30 miliardi di metri cubi di gas annui, la conduttura è una delle arterie nevralgiche per l’importazione di oro blu russo nel Vecchio Continente. Ad oggi, essa è controllata dalla compagnia EuRoPolGaz, di cui Gazprom è proprietaria per il 48%.

Matteo Cazzulani

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: